Opzioni di trattamento per la dipendenza da marijuana in un mondo di marijuana legale

opzioni di trattamento della marijuana

Cosa fare quando sei dipendente dall'erba

L'uso ricreativo di marijuana è ora legale in otto stati e nel distretto di Columbia, mentre altri 22 stati hanno approvato leggi che legalizzano ampiamente la marijuana in qualche forma.



Il risultato è stato una sorta di 'corsa all'oro' a livello nazionale: venditori online, negozi di testa e dispensari di marijuana medica, pronti a cogliere ogni opportunità per maggiori entrate, ora pubblicizzano le meraviglie dell'erba per qualsiasi cosa, dal dolore cronico e dal morbo di Crohn all'ansia e agli oppiacei dipendenza (per non parlare di un 'buon momento' spensierato).



Eppure la crescente popolarità della marijuana, sia per uso medico che ricreativo, porta anche un lato oscuro: la dipendenza dalla marijuana, o quello che nel mondo clinico chiamiamo 'disturbo da uso di marijuana', colpisce in modo sproporzionato gli uomini in questo paese.

Gli uomini sono più vulnerabili ai pericoli per la salute della marijuana

Statisticamente, più uomini usano l'erba rispetto alle donne. Ad esempio, in Colorado (dove la marijuana ricreativa è legale), il 17% degli uomini - contro il 10% delle donne - aveva usato marijuana nell'ultimo mese, secondo un rapporto del Colorado Department of Public Health and Environment.



Su scala nazionale, la tendenza è simile. I disturbi da uso di marijuana sono approssimativamente raddoppiati dal 2002, secondo stime prudenti, e secondo quanto riferito sono due volte più comuni tra gli uomini rispetto alle donne.

Il vaso è noto come 'droga di passaggio', il che significa che il suo uso può portare alla sperimentazione con altre droghe e / o all'abuso di alcol. Gli uomini che fanno uso di marijuana hanno tassi più elevati di altri problemi di uso di sostanze. La stessa ricerca indica che hanno tassi più elevati di disturbi di personalità antisociali (noti anche come 'doppia diagnosi').

Capricorno e compatibilità sessuale con il cancro

Gli uomini che soffrono di questi disturbi hanno almeno due principali svantaggi sulla strada del recupero. Da un lato, la gravità del disturbo tra gli uomini è generalmente più alta di quanto non lo sia tra le donne e, dall'altro, gli uomini sono meno rapidi ad entrare in cura, secondo uno studio del 2004 sulla rivista Dipendenza da droghe e alcol .



Questa realtà è deplorevole, soprattutto perché i disturbi da uso di marijuana sono curabili come qualsiasi altro tipo di dipendenza.

Trattamenti a base di marijuana che possono aiutarti a trovare la guarigione

In qualità di medico delle dipendenze, ho visto in prima persona come il trattamento abbia aiutato molti dei miei clienti maschi a trovare libertà dalla marijuana . La ricerca ha rivelato che alcune terapie sono efficaci per i clienti con disturbi da uso di marijuana:

  • Trattamento a doppia diagnosi - Come altre droghe d'abuso, la marijuana viene spesso utilizzata per 'auto-medicare' i sintomi di un disturbo mentale non diagnosticato, come un disturbo della personalità. In effetti, un numero elevato di clienti con disturbi da uso di marijuana ha una condizione mentale curabile concomitante. Il trattamento della doppia diagnosi è quindi il gold standard delle cure, costituito sia da farmaci che da terapie comportamentali che trattano la doppia diagnosi in questione.
  • Ausili per dormire e altri farmaci per alleviare i sintomi di astinenza - I problemi di sonno sono comuni durante l'astinenza dalla marijuana - e uno dei motivi per cui una disintossicazione sotto controllo medico è la cosa migliore per chiunque cerchi di pulirsi. Durante la disintossicazione e il trattamento ospedaliero, i medici possono prescrivere farmaci per alleviare questi sintomi e altri. Ad esempio, alcuni ricercatori ritengono che l'integratore nutrizionale N-acetilcisteina possa alleviare la voglia di marijuana. Il trattamento farmacologico (MAT) per la voglia di marijuana è un'area della medicina che è ancora relativamente giovane, quindi non c'è dubbio che altre scoperte devono ancora venire.
  • Terapia comportamentale cognitiva (CBT) - La CBT è una forma di psicoterapia che si concentra sulla correzione e sostituzione di pensieri e comportamenti che alimentano il ciclo della dipendenza e impediscono il recupero, contribuendo alla ricaduta. Gran parte dell'enfasi della CBT è sull'identificazione e il superamento dei trigger cognitivi ed emotivi della ricaduta, molti dei quali sono legati allo stress.
  • Colloquio motivazionale - Questo è un tipo di consulenza diretta dal cliente progettata per generare la motivazione interna necessaria per sostenere un cambiamento comportamentale duraturo (come l'astinenza dalla marijuana). In questo contesto, il terapeuta adotta un approccio di ascolto attivo e collaborativo che incoraggia il cliente ad articolare i propri valori e obiettivi di vita (o i suoi incentivi positivi a diventare sobrio), con l'obiettivo di portare il cliente verso una maggiore autoefficacia nel recupero.
  • Gruppi in 12 fasi come Marijuana Anonymous - Oltre al trattamento medico professionale, prendi in considerazione la possibilità di partecipare a un gruppo di terapia in 12 fasi. Una rete di supporto tra pari può fare miracoli per chiunque abbia problemi di dipendenza, che si tratti di marijuana o di qualsiasi altra droga.

Quando somministrati insieme come parte di un piano completo di trattamento, questi interventi medici e comportamentali hanno aiutato molte persone a ritrovare la guarigione in un mondo di marijuana sempre più legale.

Anna Ciulla è il Chief Clinical Officer del Beach House Center for Recovery. Anna sovrintende alla supervisione e alla fornitura dell'assistenza al cliente, comprese le operazioni quotidiane dei reparti clinici, comportamentali, infermieristici e medici. Anna ha una vasta esperienza in psicoterapia e gestione clinica e scrive di argomenti relativi alla dipendenza e ai disturbi concomitanti. Ulteriori informazioni sui programmi di Beach House, comprese le opzioni di trattamento per la dipendenza da marijuana e la doppia diagnosi, sul loro sito web .